Aderire ad AIIC Italia

In virtù dell’art. 3 del regolamento AIIC World sulle associazioni nazionali, è sancita la completa identità ed inscindibilità tra l’appartenenza ad AIIC World e all'associazione nazionale. Possono aderire ad AIIC gli interpreti di conferenza che dimostrino di aver lavorato almeno 150 giorni nel rispetto del codice deontologico e dei regolamenti dell’Associazione, la cui domanda di adesione sia firmata da almeno tre soci anziani che abbiano ascoltato più volte il /la candidato/a in situazioni reali di lavoro e in tutte le combinazioni linguistiche  e ne attestino la qualità e la serietà professionali. Per i dettagli della procedura si faccia riferimento all'apposita sezione sul sito centrale: come diventare membro di AIIC World.

L’appartenenza ad AIIC Italia, costituita in data 5 marzo 2014, richiede l’espletamento di alcuni adempimenti di legge di cui si fa carico il Comitato Verifica Ammissioni (CVA) il quale riceve dal segretario di AIIC Italia i nominativi dei nuovi soci di AIIC World e verifica la sussistenza dei requisiti per l’ammissione (ovvero essere Membri Attivi o Associati di AIIC World, mantenere per almeno 6 mesi l’anno il proprio domicilio professionale in Italia, aver previamente versato la quota di adesione stabilita, essere in possesso di uno dei titoli di studio previsti in base all’art. 4 del Regolamento Aiic Italia), in coordinamento con il Tesoriere.

Espletate le necessarie verifiche, il CVA provvederà a comunicare agli interessati l’esito della procedura ed eventuali richieste di integrazione di informazioni.

Diventare membro comporta notevoli vantaggi perché AIIC si occupa di:

  • Negoziare con le principali organizzazioni internazionali accordi collettivi, che regolano termini e condizioni di lavoro a garanzia di interpretazione di qualità.
  • Promuovere l'eccellenza professionale e tutelare le condizioni di lavoro attraverso la definizione di norme professionali e ricerche specifiche circa le condizioni di lavoro ottimali.
  • Aggiornarsi sulle nuove tecnologie al fine di definirne un uso sano e corretto, in collaborazione con i principali enti normativi internazionali.
  • Valorizzare le competenze dei soci nel campo dell’organizzazione congressuale, seguendo l’andamento del mercato attraverso il lavoro del Settore Mercato Privato.
  • Rappresentare gli interpreti di conferenza presso l'UNESCO, dove l’associazione ha intrapreso un Progetto per la Definizione e il Riconoscimento della professione (DRP).
  • Fornire consulenza specialistica agli architetti che progettano i centri congressuali e alle emittenti televisive che intendono programmare collegamenti via satellite con traffico vocale.
  • Promuovere le migliori metodologie per formatori attraverso l’osservazione delle scuole per interpreti e il patrocinio di corsi di perfezionamento.
  • Comunicare con la comunità degli interpreti attraverso il sito e le attività dei gruppi come la rete dei giovani interpreti, la Commissione per l'interpretazione giuridica e giudiziaria e la rete sul plurilinguismo, tutte realtà aperte alla comunità mondiale dei nostri colleghi.
  • Promuovere l'uso delle lingue mediante i progetti propri ed interventi diretti presso gli organismi internazionali

Recommended citation format:
AIIC. "Aderire ad AIIC Italia". aiic-italia.it February 2, 2015. Accessed November 24, 2017. <http://aiic-italia.it/p/7185>.