Un quindicenne come altri

di Luisa Malentacchi @interpretiaiic

E’ un quindicenne come altri: qualche volta ti dà filo da torcere, può anche essere faticoso, ha bisogno di attenzione costante, altre volte è difficile da capire, ma alla fine dà grandi soddisfazioni. Se pensate che andremo avanti parlando di brufoli e discussioni in merito all’acquisto o meno del motorino ricredetevi: la creatura in questione è Il Corso d’Aggiornamento di Lingua Italiana del Cric, che a gennaio 2017 raggiungerà il tetto delle quindici edizioni consecutive. Indiscutibilmente il più longevo della sua categoria, con legittimo orgoglio di tutto il Consorzio Romano Interpreti di Conferenza, storico raggruppamento di AIIC con base a Roma, che ne è l’organizzatore.

Che cos’è il Corso di Aggiornamento di Lingua Italiana – l’italiano vi calza a Pennello

Il Corso d’Aggiornamento di Lingua Italiana consiste in una serie di conferenze articolate in moduli di mezza giornata nello spazio di un’intera settimana.  Gli incontri sono tutti rigorosamente in lingua italiana, così da offrire una ricognizione annuale sulla politica, l’attualità, la cultura, l’economia, il costume, la società, l’arte e la scienza in Italia. Una specie di discorso sullo stato (non di rado piuttosto complicato) della nazione, destinato ad interpreti professionisti che abbiano l’italiano nella propria combinazione linguistica ma soprattutto che abbiano la nostra lingua ed il Bel Paese “inestirpabilmente” nel cuore.

Italiano…ma non solo

E siccome un po’ di leggerezza di questi tempi non guasta, completano il programma uscite a teatro, visite guidate, partecipazioni a trasmissioni televisive o radiofoniche dal vivo ed un evento enogastronomico che serve a tutti a ricordare che quello del cibo, soprattutto in Italia, è un linguaggio universale esercitabile senza sforzo mentale o vocale.

Il programma in dettaglio

L’edizione che si svolgerà dal 9 al 13 gennaio 2017 include una panoramica sui non pochi eventi intervenuti sulla scena politica nell’ultimo anno con Massimo Franco, giornalista e firma del Corriere della sera, continuando con il linguista Massimo Arcangeli (@massimoArcangel) che offrirà un’analisi storica e linguistica della gestualità italiana, e con Alessio Falconio, Direttore di Radio Radicale (@RadioRadicale) con un excursus sulla storia delle battaglie per i diritti civili in Italia. 

Passeremo poi a temi più economico finanziari e all’analisi del Sistema Bancario Italiano e dei suoi recenti sviluppi. Ruggero Bertelli, docente di Finanza Comportamentale farà un’incursione sull’attitudine degli Italiani nei confronti del Risparmio, mentre Francesco Grillo (@francescogrillo), giornalista ed analista economico analizzerà i pro e contro del Libero Scambio. Ed ancora Mattia Diletti, professore di Scienza Politica con un esame di lungo respiro su “Esperienze, Esperimenti, Vettori d’indecisione nell’evoluzione del fare politica in Italia”.

Torneremo poi su temi più umanistici con l’intervento su “Le donne pittrici del ‘600”, seguito da visita alla mostra su Artemisia Gentileschi a Palazzo Braschi  con Penelope Filacchione, archeologa e storica dell’Arte e dedicheremo un’intera giornata dedicata ai nuovi generi ed autori del cinema italiano: apriremo con una proiezione e intervista a Boris Sollazzo (@BorisSollazzo) critico cinematografico e pure tifoso sfegatato del Napoli, casomai vi interessasse. 

Insomma, come dicono i coetanei del Corso stesso, tanta roba. A chi già pesta i piedi perché il Corso è retaggio esclusivo dei colleghi stranieri… sappiate che c’è rimedio: già da un paio di anni, il Corso apre buona parte dei moduli ai colleghi esterni e locali che desiderino partecipare, o perché interessati ai temi trattati, o perché in ritardo siderale con gli obblighi di Sviluppo Professionale, o tutt’e due.

Provare per credere.


Recommended citation format:
AIIC. "Un quindicenne come altri". aiic-italia.it December 14, 2016. Accessed August 17, 2017. <http://aiic-italia.it/p/7822>.